Rivelargli di essere una ergastolana in fuga. Manuale per farsi lasciare

Lascia un commento

Mag 1, 2011 di carlovanni

Manuale per farsi lasciare da un uomo.

40. Rivelargli di essere una ergastolana in fuga. 

E anche questo può essere un punto abbastanza delicato, da toccare, se non lo avete messo a parte di questo problemuccio in precedenza.

Magari lui è già un po’ che si chiede perché non avete mai voglia di uscire.

Perché la pizza ve la fate sempre recapitare – fredda. E la birra, calda.

Come mai lasciate che sia sempre lui, ad aprire alla porta, e come mai cambiate così spesso il colore dei capelli, e usate quegli occhialoni che saranno pure di moda, ma vi coprono metà faccia.

Forse, vi ha chiesto il perché di tutti quei tatuaggi così rozzi, specialmente della ragnatela sul gomito, della lacrima sotto l’occhio, e di quel bizzarro “Cinzia per sempre ILY” sul seno sinistro;

ma poi, si sa, ciascuno capisce solamente quel che vuol capire, e si sarà convinto col tempo che siete molto timida, molto indecisa circa il lavoro del parrucchiere, e molto ingenua circa la scelta del tatuatore al quale avete affidato la vostra fiducia.

Una cosa che potrebbe infastidire un pochettino questo delicato, precario equilibrio, sarebbe il farsi trovare in casa, al suo rientro dal lavoro, a confabulare con tutti i membri della vecchia banda, le facce patibolari da schedati, veloci a nascondere le pistole e i tirapugni e gli schemi della banca da rapinare prossimamente dentro le giacche.

Un vero colpo da maestro, da parte vostra.

Anche se c’è una alta probabilità che il massimo risultato che otterreste sarebbe un suo piccolo, o grande, soprassalto di gelosia;

perché non capita tutti i giorni di allacciare una relazione con una ergastolana in fuga.

Quello che veramente farà pendere la bilancia dalla vostra parte, alla fine, sarà probabilmente il fatto che siete socialmente impresentabile:

se lui avesse anche solo il sentore di potervi presentare liberamente a sua mamma, ottenendo l’approvazione per la felice scelta, o potesse esibirvi presso gli amici

(carcere a vita, e sei scappata sgozzando un secondino? Che figata! E dimmi, si mangia macrobiotico, in galera?),

correreste il grosso rischio di non scollarvelo più di dosso.

Che cos’è un piccolo ergastolo, di fronte all’amore?

Invece, il pensiero di non potervi portare al ristorante quando si esce in doppia coppia, ecco, questo lo demolirà internamente.

Comunque, se proprio non riuscite a convincerlo che stare con una criminale fuggiasca non è poi tutto questo granchè, una opzione risolutiva percorribile vi resta sempre, a disposizione:

autodenunciarvi, e tornare dietro le sbarre.

In tutti e due i casi, si tratterebbe di carcere a vita.

Magari, lì, con la condizionale in una quindicina di anni ve la cavate.

Qui, con lui, mai e poi mai ne uscireste vive.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Io.

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: