Scomparire, di Robert Cormier

Lascia un commento

marzo 2, 2011 di carlovanni

Si può dire di un libro che sia silenzioso, senza scadere nell’ovvio?

Un libro per nulla strombazzato, che non si è visto presentare nei soliti salotti radiotelevisivi, questo “Scomparire”, dell’apparentemente misconosciuto Robert Cormier, che come unica pecca di vanità reca sulla copertina una esclamazione entusiastica di Stephen King. Grazie, vecchio strabicone, per il tuo plauso; Cormier (solo 17 romanzi al suo attivo, solo 9 pubblicati in Italia,

http://www.zam.it/biografia_Robert_Cormier

ne sarebbe stato entusiasta, immagino. O forse, avrebbe pensato di poter fare senza. Ma tant’è. Ormai è morto, e non può più nascondersi.

E’ una storia piuttosto accattivante e ben narrata, che parla, appunto, di un ragazzo che scopre di aver ricevuto una misteriosa eredità di famiglia, consistente nella capacità di scomparire.

Non si tratta di un libro fantasy; piuttosto, le tematiche sono rapidamente adulte, e dopo pochissimo prendono una piega amara, riflessiva, drammatica.

Non è un qualcosa da leggere per tirarsi su di morale, insomma, ma l’esercizio di stile è notevole, e vale veramente la pena.

Unico appunto: verso la metà la voce narrante, per via di un espediente dell’intreccio, cambia di colpo; e sebbene non si può dire che nel complesso il libro ci perda, è anche vero che a me ha fatto un effetto non particolarmente soddisfacente. Ho perso un ritmo che mi era piaciuto impostare, e dopo, non è più stato lo stesso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Io.

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: