Mazinga è meglio del Prozac. Tredicesima puntata

Lascia un commento

febbraio 25, 2014 di carlovanni

A questo punto, non vorrei vi foste fatti l’idea che ci fossero solo cartoni animati di orfani, in circolazione: non è affatto così, è solo che questi hanno rappresentato, per diversi anni, una importante fetta del palinsesto televisivo indirizzato “ai bambini”, o “alle famiglie”, e abbiamo appena visto quanto educativi potessero essere.

Non meno dannosi furono, in ogni caso (e forse, anzi, ancor di più, visto che il loro successo perdura ancora oggi) altri cartoni, di tutt’altro genere ed argomento.

Il primo, una bella storia d’amore e d’avventura ambientata nella Francia della Rivoluzione, è stato “Lady Oscar”, fin dal titolo abbastanza fuorviante ed ambiguo, come si può facilmente immaginare. La giovinetta è la sesta femmina in casa, e suo padre, che si è un po’ rotto i coglioni, in spregio di ogni sistema educativo possibile ed immaginabile, si stufa e decide di fare finta che sia un maschio, allevandola come tale. Da ciò, possiamo facilmente arguire che, 1) suo padre, il Generale François Augustin Reynier de Jarjayes, è certamente un emerito cretino, visto che pensa con questo furbesco stratagemma di “dare alla famiglia una discendenza”; 2) la ragazza non potrà fare a meno di avere qualche problema, nel seguito dello sviluppo dell’identità sessuale; 3) tutta la corte di Versailles è probabilmente composta da rimbecilliti, perché nessuno si accorge del fattaccio finchè non è troppo tardi, oppure si tratta di un esempio di parità sessuale professionale senza pari, al cui cospetto le nostre quote rosa possono solo far sorridere…

Fatto sta che tutti, a corte, si innamorano di Lady Oscar. E qui, la confusione è davvero totale:
ci sono gli uomini che si innamorano di lei perché sanno, o pensano, sia una donna;
gli uomini che si innamorano di lei perché pensano sia un uomo – e che bel tipino…;
le donne che si innamorano di lei perché, ingannandosi, pensano sia un uomo,
e quelle che, invece, la vogliono concupire in quanto donna;
e quelli, infine, come me che si sono sempre chiesti come cazzo si fa ad innamorarsi di una virago acida, nevrotica e frustrata, che non riesce a parlare senza usare un linguaggio da caserma e tratta, in generale, il suo prossimo costantemente a pesci in faccia.

Tutta fatica sprecata, naturalmente. Perché tanto, lei non la dà a nessuno. Mai.

Alt, no, ferma tutto: a uno, a meno che io non mi inganni, alla fine dovrebbe averla smollata: Andrè, il ragazzo con cui è cresciuta, che poi (che vergogna, povero Generale!!!!) è il figlio della serva.

Altro che dare discendenza alla famiglia…

O forse, no; adesso che mi ricordo bene, nonostante Andrè sia giunto a un passo dal violentarla, strappandole di dosso i vestiti infoiato come un furetto in calore, lei è scappata (e per forza, manco sapeva come ce l’aveva messa, povera figlia); per poi re-innamorarsene quando lui, ormai, ha preso la tubercolosi.
Ma comunque, egli morirà (prima di coronare le proprie speranze), facendole da scudo col proprio corpo da una pallottola di moschetto, quindi, il problema del testamento biologico non farà in tempo a porsi.

A questo punto, Oscar, rendendosi finalmente conto di aver sprecato una vita a giocare ai soldatini, e del fatto che è morto l’unico uomo sulla faccia della terra disposto non tanto a trombarla, quanto, verosimilmente, a sopportarla, si immola sui cannoni che tuonano alla Presa della Bastiglia.

E muore.

Vergine.

Che culo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

febbraio: 2014
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
2425262728  

Io.

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: