99. Non rispondere al telefono. Manuale per farsi lasciare.

55

agosto 1, 2011 di carlovanni

Manuale per farsi lasciare da un uomo.

99. Non rispondere al telefono

A me personalmente, è successo un sacco di volte.

Di subire questa tecnica, cioè.

Intendiamoci:

quando ancora non sapevo che fosse una tecnica.

Poi però ho imparato, ho dovuto prendere atto della realtà, per quanto incredibile e sgradevole fosse;

e da lì in avanti, non c’è più stato verso di fregarmi.

Nonostante tutto, ancora c’è gente che si ostina, a dispetto di ogni evidenza, a provarci, con me, sprecando tempo e decoro.

Sto parlando dell’orrendo vizio, della stortura, della deprecabile abitudine di negarsi al telefono;

e non ai seccatori che vendono, bontà della loro pazienza e del loro mestiere ingrato, dalle saponette ai contratti telefonici all’ora di cena, ma bensì ad amici ed innamorati.

E non a quanti di loro da considerarsi seccatori intempestivi, ma al contrario a quelli che, a buon diritto, telefonano per informarsi, per fare un saluto, per rinnovare le profferte di simpatia, stima, innamoramento, interesse per lo stato di salute del chiamato.

Più o meno, funziona così;

vi sentite al telefono, vi mettete d’accordo per richiamarvi diciamo domani, o in serata, per scambiarvi i saluti, o per mettervi d’accordo sul da farsi.

All’ora convenuta, voi chiamate:

a vuoto.

Nessuno risponde.

Una persona normale, a questo punto, in un normale stato psicologico, non si scalda più di tanto:

chiamerò più tardi, si dice, si vede che Tizia è impegnata.

Passa mezz’ora.

Passa un ora.

Riproviamo.

Di nuovo, nessuna risposta.

Vabbè;

ma quando vedrà la chiamata, si farà viva, no?

E intanto la sera si avvicina, e circa il da farsi, ancora nessuna risposta.

E voi state in casa, ad arrovellarvi:

si sarà guastato il telefono?

Sarà morta?

In realtà ha una seconda famiglia, e suo marito l’ha béccata e le ha imposto il silenzio telefonico e i ceppi?

E il tempo passa.

Magari vi richiama il giorno successivo:

ciaoooooo, ho visto le tue chiamate, pensa, avevo perduto il cellulare!!!

E voi, visto che non avete motivo di dubitare, mettete in saccoccia e portate a casa.

Poi succede una seconda volta, una terza e una quarta.

E forse, dico forse, cominciate ad avere qualche dubbio.

Insomma:

credo di essere stato chiaro.

A tutti capita, prima o poi, di non rispondere alla chiamata di qualcuno che al momento non vogliamo sentire.

Ma eleggere questo comportamento a tecnica sistematica è indice di una certa crudeltà, senza dubbio.

E’ un metodo straordinario per testare il grado di controllo psicologico che avete su di una persona, per governare con pugno di ferro la dinamica dei rapporti e per sottomettere chi dà prova di essere interessato alla vostra persona:

siete voi, che governate il tempo e i modi in cui avviene il contatto.

Le scuse per non rispondere possono essere molteplici:

cellulare rotto, oppure, in una zona che non prende;

vi sarete addormentate, o avevate perso l’ordigno, oppure lo avevate silenziato perché eravate a messa, magari quella del vostro funerale, una storia da non credersi;

è un cellulare che, strano a dirsi, sembra che venga chiamato, ma poi non è vero;

avevate in mente di rispondere subito dopo, ma la memoria, la vecchiaia, il buco nell’ozono, ve lo hanno impedito;

e così via.

Se siete in vena di scherzi, potrete persino tenere spento il cellulare per un giorno o due, senza dare notizie del vostro stato di salute;

o addirittura, quando chiama lui, schiacciare il tasto “OFF”, vi assicuro che dall’altra parte ci si accorge perfettamente di quello che è successo.

Poi, alla richiesta ovviamente preoccupata o incazzata o ambedue di fornire spiegazioni, potrete anche fare spallucce e rispondere, semplicemente:

non avevo voglia di sentirti, non ero in vena.

E vedere se lui manda giù anche questo rospo.

Credo che molti uomini siano in grado di diventare del tutto deficienti, con questo giochino, prima di attuare le debite contromisure;

che consistono, semplicemente, nel non farsi più né vedere né sentire.

E, sì, presto o tardi, se uno ha un minimo di orgoglio, o di raziocinio, capisce l’antifona.

E si regola di conseguenza.

Ok, passiamo ai fatti. Lei / lui non vi richiama da giorni, vi tiene al guinzaglio e vi fa sospirare? Vi manipola grazie ad sms, whatsapp, telefonate a tradimento in cui non avete il coltello dalla parte del manico? Vi fa ballare al suono della sua musica, tra ansia, speranza e sensi di colpa?

E ancora: vi tritano i testicoli con le promozioni? Il vostro capo vi rintraccia ovunque e sempre e vi schiavizza anche la domenica di Natale se siete malati? Il vostro partner geloso vi rende la vita impossibile?

Bene (cioè, male, malissimo!), qui c’è la soluzione a tutti i vostri problemi:

http://www.lulu.com/shop/carlo-vanni/non-rispondere-al-telefono-il-manuale-per-una-felice-vita-nelletere/ebook/product-21424225.html;jsessionid=639E2F04CA976AF1A4736E1A2BB30FAF

Tecniche, riflessioni e armi di autodifesa per evitare di essere schiacciati dal telefono e da chi ve lo usa come se fosse un martello.

Annunci

55 thoughts on “99. Non rispondere al telefono. Manuale per farsi lasciare.

  1. giorgiorgio ha detto:

    si, bravo, devono solo provare a farlo con me, vedrai quanto ci metto a depennare da ogni rubrica del regno!! 😉

  2. carlovanni ha detto:

    Io invece stavo piangente a guardare il telefono muto e dicevo, PERCHEEEEEE, PERCHEEEEEEEE…..

  3. Pietro ha detto:

    Un cosa non capisco ..perche’ ci richiama il giorno dopo?
    Dal momento che non risponde, non sarebbe meglio non chiamare piu’?

    • carlovanni ha detto:

      Perchè è molto più divertente vedere fino a che punto si può far saltare il burattino. Uniche 2 contromisure possibili. PASSIVA – non rispondere mai più, non cercare mai più, chiudere il contatto per sempre. ATTIVA – essere sempre disponibili e creare una abitudine. Poi, cominciare a tirare la lenza, negarsi all’improvviso, chiudere il contatto per giorni, scrivere “oddio” o “una cosa tremenda, non riesco a parlarne ora” e poi svanire. Incredibile come spessissimo non si accorgano che viene loro applicato lo stesso trattamento che avevano riservato a te. Da lì in poi, puoi divertirti a creare dipendenza, far soffrire, andare al risultato, gongolare sulla stupidità del genere umano, cose così.

  4. Francesco ha detto:

    Ho vissuto questa esperienza una volta: ci siamo scambiati i numeri di telefono, il giorno dopo l’ho richiamata per uscire, squillo… zero risposta. Non mi ha richiamato per tutto il giorno. L’indomani riprovo ad un orario diverso, squillo, zero risposta (campanello d’allarme). Passati alcuni minuti nell’attesa che mi richiami, le invio un sms dicendole chiaramente dove volevo portarla e cosa avremmo fatto nel pomeriggio (una normale passeggiata)… zero risposta. Dopo questo terzo ed ultimo tentativo ho lasciato semplicemente perdere: probabilmente ci ha ripensato o mi ha dato il numero senza avere il coraggio di negarmelo quando gliel’ho chiesto. Forse ho sbagliato io qualcosa prima… E’ stata fortunata ad aver incappato il tipo non insistente (del resto è un pessimo errore insistere visto questo atteggiamento) da allora l’ho cagata di pezza… e avanti la prossima…
    Morale: dal tono del post leggo una leggera (e plausibile) incazzatura. Probabilmente c’è stato qualche errore da parte di lui, probabilmente lei ha avuto poca spina dorsale. Ma io donne con molta spina dorsale in questo senso non ne ho mai conosciute… fate un po’ voi.

    • carlovanni ha detto:

      Francesco, il tuo mi sembra addirittura un caso limite: quello in cui il numero di telefono te lo dà e la serata è carinissima, ma poi in realtà non ha nè ha mai avuto voglia di rivederti o addirittura risentirti, se addirittura poi il numero era il suo (altra magia frequente). E, no, non avevi sbagliato niente, nè sbaglia niente di particolare chi cerca il contatto. Sono questi tizi/tizie che giochicchiano, o si stufano rapidissimamente, non importa cosa possono avere detto o fatto prima, in realtà non conta. E a proposito di spina dorsale, è una tecnica ampiamente usata da ambosessi, giocano tutti a fare il controllo mentale 🙂

  5. gabry ha detto:

    Hai detto bene. E’ controllo mentale. Però è crudele, specialmente se sei innamorata.

  6. gabry ha detto:

    Dimenticavo: dici che funziona ricambiare con lo stesso giochetto? (ora vado a rileggermi quanto sopra…) Ho voglia di infliggere la stessa tortura!

    • carlovanni ha detto:

      Ciao Gabry, scusa, ho letto solo ora. Sì, è crudele – di più, è un esercizio assieme spassionato e cretino di crudeltà, che danneggia grandemente se stessi mentre si esercita a schiavizzare l’altro. Quanto alla tua domanda: la risposta non è facile. Se lo rivolgi contro chi te lo fa rischi di farti ancora più male, perchè questi bastardi in realtà sono dei gran professionisti, e in fondo – ma nemmeno poi così tanto – a te non ci tengono. Quindi rischi solo di avere ulteriore conferma di quanto ti sei illuso. Secondo me l’unica possibile difesa è ignorare consapevolmente; perchè stare male per qualcuno che ci tortura? Adieu, e cambiar pagina, come quando si abbandona un paio di jeans stretti che tanto non metteremo più. Poi, non temere: questi strateghi finiscono tutti, presto o tardi, nelle mani di qualcuno che riserva a loro lo stesso identico trattamento, e vuoi sapere? Non se ne accorgono!

      • gabry ha detto:

        Grazie!!!
        Non sai quanto mi ha fatto piacere la tua risposta. E dire che ho passato anni a occuparmi di realtà settarie, di manipolazione mentale, di coercizione psicologica, insomma di sètte religiose e non, ovvero di movimenti e culti alternativi. Ho fatto prevenzione e informazione, mettendo in guardia il prossimo, mi son fatta una cultura su questi argomenti, e… purtroppo ho avuto la conferma, con il mio comportamento e sulla mia pelle, che NESSUNO di noi E’ IMMUNE da queste nefandezze, nemmeno chi, come me, si riteneva “corazzato” al riguardo. Gli “occhiali con le lenti rosa” son difficili da togliere, e tu vedi solo ciò che vuoi vedere: la realtà oggettiva non l’accetti. Come tutte le vittime di violenza, in questo caso psicologica, una volta aperti gli occhi ci si vergogna di aver creduto non solo ad asini che volano e quant’altro, ma anche di aver accettato e subìto cose che persone in possesso del consueto raziocinio non si sognerebbero lontanamente di prendere in considerazione. (Mi sovviene una canzone di Bocelli, “Il mare calmo della sera”: “… l’amore rende stupidi anche i saggi…”). E ci si vergogna, soprattutto, di raccontarlo ad altri. (A te lo racconto per essermi rivista, in lacrime, nella tua descrizione col telefono muto in mano: angosciante è dire poco!)
        (Uno dei libri che ritengo illuminante al riguardo è “Mentalmente liberi”, di Steven Hassan: descrive le tecniche di manipolazione mentale di gruppo, ma, ahimé, anche la manipolazione affettiva ha in comune molte di queste dinamiche…).
        Sto cercando di seguire il tuo consiglio, e ti faccio i complimenti per questo spazio virtuale così pieno di ironia che mi ha un po’ “scosso” togliendomi, come da un albero le foglie secche, i famosi occhiali con le lenti rosa… “leggo dunque sono”: mi piace, e mi sento ridicola quando penso che il mio motto è da sempre “dubito ergo sum”!… Che bischera!
        E intanto, cerco di resistere. Non mi aggrappo alla fede, ma per ora alle parole di Gabriel Garçia Marquez: “Nessuno merita le tue lacrime, e chi le merita non ti farà mai piangere”.

      • carlovanni ha detto:

        A chi lo dici 🙂 Io oltre ad averci studiato ho una piccola ma ben fornita biblioteca su questi argomenti. Poi mi è capitato, e un’amica scafata mi ha fatto notare come funzionava (era scafata perchè questi giochini li usava spesso). Un giorno mi telefona in cerca di aiuto, non sa che fare, perchè tizio non risponde? Eppure non le interessava, ma se credeva di potersi negare, e…e io inutilmente a dirle, ma ti rendi conto che ti sta facendo lo stesso giochino? E lei: ma va, ma cosa dici!

        Grazie dei complimenti 🙂 Questo blog è un esperimento per vedere se i blog servono e vengono letti, e mi ha abbastanza convinto 🙂 Se riesco nel prossimo futuro cercherò di fare anche qualcosa di più mirato 🙂

  7. Gianluigi ha detto:

    Le persone che fanno questi giochetti sono fondamentalmente persone che non hanno mai avuto un rapporto d’amore o di amicizia realmente profondo. E nemmeno lo cercano per non dover mettere a nudo le proprie debolezze. Provano la momentanea soddisfazione di poter manipolare la vita di altre persone per avere la senzazione di controllarla proprio perchè non riescono a controllare la propria. Sono persone che distruggono l’autostima della vittima prescelta per poter provare la senzazione di essere vincenti quando in realtà non hanno il coraggio di affrontare un rapporto vero di qual si voglia natura. L’energia che spendiamo nel cercarle o cercarli o nel preoccuparci, per esempio della loro salute, loro la usano come fonte di energia. Inebriante senzazione di poter disporre del tempo altrui quando in realtà loro stanno, invece di vivere, buttando il proprio. Più che crudeltà la chiamerei vigliaccheria. Più che stupidità la chiamerei paura. L’errore che si fa è quello di cedere la nostra energia in cambio di insicurezza della quale ci troviamo all’impproviso invasi. Normalmente le persone che giocano in questo modo sono persone dall’aspetto vincente, spesso fisicamente prestanti o avvenenti. Distolgono l’interlocutore dalle cose che dicono usando il corpo o ostentando il benessere economico o circondandosi di un’aurea di essere umano speciale o dotato di una particolare sensibilità. Specchi per allodole. Bisogna prima ascoltare e poi guardare se le azioni sono coerenti con le parole. In molti casi noterete molte incongruenze che sono indice di superficialità e a volte anche di falsità. Di solito la vittima viene attirata ed ammaliata con il corpo, poi stupefatta da racconti circa non meglio identificate imprese al limite dell’impossibile ed alla fine addolcita con una velata richiesta d’aiuto circa non chiari problemi di solitudine e amori non corrisposti. Ricordate che queste persone sole lo sono sul serio, ma per scelta loro. Amore non ne hanno perchè non sanno cosa significa. Ricordatevi che le cose mirabolanti che vi sentite raccontare, tipo viaggi o imprese sportive, sono in tanti ad averle fatte. Non vi trovate di fronte ne ad un esploratore/trice solitario dei ghiacci e nemmeno ad una medaglia olimpica. Per un anno ho stretto in mano un telefonino attendendo una risposta ai miei messaggi. Risposta che, quando arrivava, era normalmente intrisa di sarcasmo e sempre diafana ed indecifrabile. Impossibile parlarsi al telefono o vedersi per un caffè. Sempre tutto di nascosto e, badate bene, ad orari ed in luoghi nascosti sempre decisi da lei. Tre giorni stupendi al mare insieme che si sono trasformati in un incubo quando ho capito che le erano serviti per far pesare di più le sue negazioni a tutte le successive proposte da me avanzate di ripetere l’esperienza. Un solo bellissimo rapporto sesuale in un anno che poi ho capito le è servito per farmi pesare i successivi suoi “no” come mattonate nel cuore e nella carne. Una sola stupenda uscita in montagna che le è servita per frustarmi con i successivi suoi dinieghi. Anzi. Per farmi pesare ancora di più il peso del bastone l’ultima volta che le ho proposto di andare al mare non solo ha rifiutato l’invito, ma ha addirittura chiesto a dei miei amici di partire con lei. Ho un telefono android sul quale ho installato una simpatica applicazione che blocca le chiamate in entrata semplicemente facendo squillare il telefono sempre occupato. Io non cancello il suo numero e non cambio il mio. Semplicemente la porta è chiusa. State attenti ragazzi perchè persone così riescono a farvi stare male veramente. E anche se sentirsi innamorati è bello non vale la pena distruggere la propria vita per darla a chi usa quelle degli altri come un carnivoro. Ciao e grazie.

    • carlovanni ha detto:

      Grazie del lungo commento, Gianluigi: in effetti, è proprio così, anche se ci metterei una piccola correzione. Molte di queste persone sono anche capaci di amare, e hanno spesso anche subito questo giochino, e manca loro la coscienza per capire che una cosa a loro dolorosa può risultarlo anche per gli altri. Alla fine ti ipnotizzano e ti usano come cibo, veramente, e non ti valutano come un essere umano.

  8. Ryu ha detto:

    Io ho sempre fatto così sul telefono che quando rompono i coglioni io non rispondo al telefono e poi dopo li affronto con calma a questi rompi coglioni che mi squillano e telefonano continuamente al telefono o al cellulare, perché voglio ricevere solo le telefonate a quelli che voglio telefonare e sentire o a chi desidero di ricevere le telefonate desiderate e desidero a quelli che non rompono i coglioni, ma non desidero di ricevere le telefonate indesiderate quelli che non voglio sentire, non voglio telefonare a quelli che rompono i coglioni che squillano, telefonano o mandano messaggi continuamente, io non rispondo per un periodo di tempo e dopo un periodo di tempo li rispondo e li affronto così e trovo e dico una frase tipo io tutto questo tempo non ho risposto al telefono perché sono impegnato ecc. e trovo una scusa così e l’interlocutore o gli interlocutori dicono perché non ti sei fatto rintracciare ecc. perché non mi sono fatto rintracciare perché ho dovuto fare tanti impegni tante cose bla bla bla ecc. E cosa vuoi melo dica o melo dici gentile e cerco un tempo libero per telefonare quando ho meno cose da fare, questo fatto io l’ho sempre fatto con tutti con un utente, con un amico, con una società, con una ditta, con una scuola, con una università, con un ufficio, con una azienda, io avvolte non rispondo perché sono antipatici, rompi coglioni, danno fastidio ecc. O non rispondo per altri motivi ecc. non rispondo per chi fa i dispetti, chi mi insulta, chi mi minaccia, chi pretende, chi rompe il kazzo, chi mi da fastidio, non lo voglio sentire e non voglio nemmeno ascoltare a quello che dice l’interlocutore o quello che dicono gli interlocutori, non mi piace un interlocutore, o non mi piacciono degli interlocutori, chi antipatico, chi mi fa le pratiche commerciali false o non autorizzate ecc, non desiderate o per pratiche sospette ecc. oppure non mi interessa il tipo di pratica o non mi interessa il tipo di organizzazione o il tipo di programma o il tipo di proposte idee, o altre cose indesiderate che non mi interessano e voglio cambiare o vorrei cambiare che ho altre idee o altre cose o altri progetti diversi che ho pensato di fare e voglio fare cose che desidero e proverei di affrontare il problema dopo un lungo di periodo di telefonate non risposte e potrei risolvere dei problemi o di risolvere un problema in modo di prendere accordi in modo desiderato ecc. senza litigare con nessuno sarebbe una buona idea così in modo cambiano atteggiamento e faranno diversamente le cose in modo migliore ed è efficiente di migliorare la situazione di inizio per andare in una situazione diversa e quello di addirizzare bene le cose o di cambiare o di aggiustare meglio le cose in modo migliore ecc. E trovarsi in modo di fatti rispettare diversamente con la gente a quelli che rompevano le palle prima ma dopo non rompono più tipo così che si cambiano i rapporti gli accordi una chiacchierata o fare altro ecc. Io ragiono bene perché secondo una mia opinione l’unico modo per farsi rispettare per telefono e quello di non rispondere al telefono contro a quelli che rompono i coglioni o quelli che rompono il kazzo o quelli che danno fastidio, o quelli che non desideravo di sentire o non desideravo di ascoltare di quello che diceva o quelli che dicevano bla bla bla ecc. ecc., dopo un po’ di tempo che hai mezzo in condizione di non essere più rintracciabile dopo un certo periodo di tempo dopo vieni più rispettato ma questo metodo funziona veramente e telo assicuro che funziona però ci sono alcuni che sono invadenti, o alcuni che sono resistenti, o alcuni arrivano sottocasa di mettere in condizione di arrivare fino a casa ecc. Una soluzione logica contro a quelli che arrivano sottocasa e quello che non si fa trovare in casa e se ne andando a un altro posto o a un’altra parte per non essere rintracciato ecc. Così funziona contro gli invadenti, contro quelli resistenti, contro quelli che vengono sottocasa e un’altra soluzione per liberarsi dai coglioni di combattere fino in fondo non dire mai l’indirizzo di dove ti trovi da altri parti ecc. così in modo non ti beccano più perché se si stancano o si scocciano poi dopo ti lasciano in pace che dopo non rompono più il kazzo e non rompono più i coglioni e dopo vivi tranquillo e sereno perché funziona questo metodo e mi sono trovato bene anzi benissimo che questi metodi o questo metodo lo fanno le donne e si fanno più rispettare fino all’ultimo perché sono precise e giuste e lo fanno alcuni uomini che fanno questo fatto mentre altri uomini non lo fanno io vi do il consiglio poi ognuno fa come vuole e come desidera io desidero di fare così io così faccio senza commenti e senza critiche perché a me mi piace di come faccio io a modo mio quando faccio le cose mie personali e senza che gli altri si inseriscono perché se gli altri si inseriscono che mi danno fastidio sul mio o sui miei modi di fare di come mi piace a me io così faccio senza storie e senza compromessi.

  9. Antonella ha detto:

    Madre mia fai bene a non rispondere, io son distrutta dopo due righe figlia bella.

  10. VELIA ha detto:

    Io invece credo di aver a che fare proprio con un manipolatore:
    stati insieme qualche mese tanti anni fa. più o meno ventenni. Io innamorata fracica, ma lui si è rimesso con la ex e io ci sono stata da schifo per un sacco di tempo.
    Due anni fa (dopo quasi 15 anni quindi) mi contatta da fb. Io sposata, lui separato (dalla ex con cui si era rimesso). Cominciamo a sentirci . All’inizio passa lui in posti che gli indico io, così per un saluto. Poi mi convince ad andare io in zona sua. Sempre. Tre occasioni di ‘fare’ qualcosa in un suo locale, oltre ai soliti baci, ma io non mi concedo. Non perché non volessi ma perché non voglio/non me la sento di tradire mio marito. Lui vorrebbe, ovvio, ma non insiste. Io non ho mai tradito fisicamente mio marito e lui sembra apprezzare questa cosa, quindi mi comincia a dire che sono diversa dalle altre, ecc. ecc. (mi sembra giusto aggiungere che neanche quando eravamo ‘più piccoli’ siamo stati a letto insieme. io ancora vergine e lui forse onesto in questo, non ha mai ‘forzato’ la mano). Comunque tornando a noi, dopo 5 mesi di frequentazione , sparisce nel nulla. Lo chiamo per un mese … poi rinuncio visto che lui comincia a non rispondere al cell. oppure è sempre spento. (vengo a sapere dopo, non da lui, che con la moglie non ci si era proprio lasciato…).
    Dopo 6 mesi (io mi ero messa l’anima in pace o quasi!) mi telefona lui e vengo a sapere dopo che si era lasciato con la moglie. Stavolta sul serio. E ricomiciamo a sentirci tutti i giorni. mi porta sempre a chiamarlo io, e lui risponde sempre . Per oltre tre mesi di fila ci sentiamo tutti i giorni. Sembra davvero interessato, dice che lo faccio sentire ‘vivo’…che sono la cosa più bella che gli sia capitata… che sono ‘donna’ a differenza delle altre… ci vediamo ogni tanto di pomeriggio, un’oretta massimo due, ma non creiamo mai occasione per andare a letto. Stiamo bene insieme, parliamo , ridiamo , scherziamo. Mi propone di uscire la sera, ma io non lo faccio. Ma poi da FB capisco che mentre sente me mi dice cose carinissime che mi vuole un sacco di bene,che mi stima e mi rispetta (e quando mi vede gli brillano gli occhi… questo l’ho visto con i miei occhi,e mi mette ancora più in confusione), frequenta una e ci va a letto x un mesetto circa!
    Poi capisco dai post che mette lei, che la comincia a trattare male e che lei è ‘schifata’ dai suoi atteggiamenti e addirittura che l’ha ‘usata’. Che lo insulta di una doppia personalità ecc. Lui praticamente mi nega tutto, pure l’evidenza e continua a volermi sentire, due/tre volte ci vediamo ma litighiamo per questo motivo. Finchè un gg. Lo chiamo e si fa negare al telefono da un’altra persona… (credo la madre, sono quasi sicura). Poi da fb vedo foto che posta la moglie che si rimette con lui . io ovviamente dopo che mi ha fatto negare dalla madre, non lo chiamo più. Chiudo tutto da un giorno all’altro e passano 4 mesi. 4 mesi in cui spero di avergli lasciato almeno un quarto del vuoto che ha lasciato a me. Cosa succede quindi? mi contatta sotto falso nome da FB (non ne ho la certezza, ma dice cose su di me che sa solo lui… si esprime come lui… a volte mi tratta pure male… mi tipo insulta… poi mi dice che vorrebbe essere lui al posto di mio marito, ma allo stesso tempo svaga e nega e chatta un sacco di tempo con me che continuo a chattare sperando che prima o poi mi dica la verità, ma non lo fa. quindi dopo una quindicina di gg. lo blocco da FB). Ma faccio il suo gioco… (ha adottato la giusta tattica… quindi… ) e avendo il dubbio che sia lui ( e io ne sarei felice…), lo chiamo io, dopo appunto 4 mesi. Mi nega di essere la persona che mi ha contattato sotto falso nome ma mi dice che gli fa piacere sentirmi e di continuare a chiamarlo . Lui all’inizio x 2 – 3 volte mi fa anche degli squilli per essere richiamato. Mi dice di volermi vedere , ma a differenza delle volte precedenti, ammette che sta anche con la moglie. Ora in dieci giorni almeno (dopo 15 gg. circa che sa di avermi ‘riconquistata’) lo chiamo tre sporadicamente tre volte (tipo oggi, 5 gg. fa e 8-9 gg. fa) ma ricomincia a non rispondere.
    Questa cosa mi sta mandando ai matti. questo tira e molla. Sono anche in crisi profonda con mio marito. Oltre a sentirmi una merda nei suoi confronti, sto male perché io di questo tipo sono innamorata. Mi manca l’aria, ho un vuoto enorme allo stomaco. Ci penso giorno e notte logorandomi chiedendomi se è vero che a me ci tiene davvero e che mi vuole bene (come dice a differenza delle altre che si porta solo a letto – parole sue…tutte zoxxole –  ). Non so che fare. Penso addirittura di lasciare mio marito, a prescindere da lui, perché evidente che nel rapporto con mio marito qualcosa non va. Non posso continuare così ma pensare di chiudere del tutto con questo tipo ‘misterioso’ mi fa troppo male. E’ matto ? e’ crudele? è cattivo? e soprattutto cosa sono io per lui?!

    • carlovanni ha detto:

      Velia, posso darti un paio di risposte certe sulle quali mettere la mano sul fuoco, ma capisco che stai in grave crisi e non so che grado di rudezza puoi sopportare (io ne posso esercitare un bel po’, senza cattiveria). Non vorrei in alcun modo offenderti o farti star male. Le risposte le ho, le vuoi sentire?

      • VELIA ha detto:

        oh! grazie. Certo che le voglio sentire. te ne sarei grata. so di aver a che fare cn una persona ‘disturbata’. io sono sempre stata ingenua e penso che tutti siano ‘buoni’ e che del buono si può tirare fuori. ma ci hho provato tante volte, e mi sto rovinando e questo non è giusto. Sii crudo quanto credi. sono anche forte da sopportare la verità ! grazie

  11. VELIA ha detto:

    La tua risposta forse è … che ho a che fare con un narcisista perverso disturbato che gode a vedermi innamorata e sofferente per lui, che nonostante tutte le sue stranezze … non me ne vado? Che ‘succhia’ le mie energie per farle sue, per sentirsi apprezzato e importante? O che forse, la ‘vera’ vittima è la moglie e usa tutte le donne per far ingelosire lei.. e che di me non gliene frega nulla? Fisicamente sono molto carina come lo sono pure le donne che frequenta che ho visto da FB (non per vanità, ci mancherebbe, ma per farti capire) e allora continua a cercarmi perché io non sono stata con lui e questa cosa, gli ‘rode’? Oppure in me vede veramente qualcosa di diverso, da tutte quelle che alla prima occasione gliela sbattono in faccia..?! me l’ha anche ‘rimproverato’ dicendomi ‘Ti rendi conto che per tre volte non me l’hai data?”
    Vabbè .. scusa se ho preceduto la tua risposta ma ti vedo bello ferrato e sai bene che queste situazioni diventano un chiodo fisso. Attendo con ansia 😉 grazie.

  12. carlovanni ha detto:

    Ciao Velia, no, temo che sia una cosa ancora più semplice: il “giro della rubrica”. Questo signore adotta tecniche proprio semplici semplici, “tu sei diversa”, “solo con te”, cose che tutti vorrebbero sentirsi dire e perciò fanno uno sforzo per crederle. Se ti considerasse veramente speciale avrebbe in mente solo te, e nessun altra. La verità probabile è che si tiene aperte mille strade contemporaneamente e ci prova con le stesse parole con tre o quattro alla volta – di più, essendo sposato, sarebbe complicato. Se una non glie la dà, ma è suscettibile di risultati nel futuro, può anche permettersi di essere simpatico e carino, a lungo, molto a lungo; tanto, la soddisfazione la prende già altrove, non “tiene bisogno”, come dicono a Napoli. Lui è in una posizione di forza enorme; si concede, si nega, si concede, si nega, e in questo modo per te diventa una ossessione. Se avesse un comportamento normale ci proverebbe con te; poi, visto che non sei interessata, ci starebbe male, si incazzerebbe a morte, e sparirebbe per investire altrove. Invece, tu sei sempre disponibile; e se non lo sei, ti stuzzica fino a quando non lo diventi di nuovo. Anche tu, probabilmente, sei innamorata di lui nel senso che lo vedi come un bene raro, e più si nega e più ci pensi e ti diventa una ossessione. E’ il classico comportamento di un uomo francamente di merda. Non è nè cattivo nè crudele; semplicemente, tu sei una come tante, e si tiene caldo il suo harem, la sua rubrica. Un rapporto a lungo termine con lui porterebbe a insoddisfazione, noia profonda, amarezza; quindi, preferisce questi mordi e fuggi. Consiglio personale: prima di lasciare tuo marito, pensaci bene. Certamente c’è qualcosa che non va, ma è a livello emozionale, non razionale. Quello che viene a mancare è quella scintilla di pericolo, di proibito, che invece questi personaggi sanno tenere accesa – ma per un po’ e poi basta. Sono straordinari, ma in realtà non ci sono. Se dovessi darti il consiglio definitivo, sarebbe: ma tu, non senti di meritare un uomo migliore? Uno che sia solo per te? Per il quale sei, veramente, speciale e unica?

  13. VELIA ha detto:

    Innanzitutto, grazie per tua risposta. La cosa brutta è che quell’uomo per cui sono speciale ce l’ho affianco, ma pensando a quest’altro tizio giorno e notte credo di non esserne più innamorata ..e mi sento tremendamente in colpa per volere e dare, quando possibile, attenzioni da/a un’altra persona. la persona speciale che è mio marito, davvero si merita una che pensi solo a lui. ma comunque ci penso, ci penso sempre a cosa fare. grazie. poi nonostante l altra persona sia di merda, (sono d’accordissimo con te) questa mi da delle emozioni anche solo con un abbraccio o semplicemente con la sua presenza, che ho provato solo tanti anni fa… e purtroppo sempre e solo con lui.
    Da quello che dici, mi sembra di capire che io sono una delle tante da portare a letto e non sono affatto speciale, nonostante mi ci abbia fatto credere (e non ti dico la delusione quando ho capito che frequentava altre) … diciamo che quando non ha meglio da fare, quindi , cerca me … fa il carino, tanto non gli costa nulla … e vede se nel frattempo ho cambiato idea …
    Ma una cosa che fa lo è crudele e anche molto, a mio avviso: se non gli manca il sesso (come si dice a Napoli 😉 e confermo) e nonostante ciò continua a cercare me, oltretutto sapendomi innamorata, questo è molto, molto crudele. Dovrebbe lasciarmi andare. Soprattutto se mi cerca solo con la speranza che io ci ‘caschi’. Tanto il sesso può farlo con chi vuole. Tra l’altro è anche molto intelligente e astuto. Quindi tutto questo lo sa bene. E gliel’ ho anche detto … che se non è interessato a me, deve lasciarmi stare che io ho la mia vita e lui la sua. Ma continua con questa specie di ‘tortura’. Grazie Carlo grazie davvero. Buona giornata.

    • carlovanni ha detto:

      Ovviamente continua a cercare te. Intanto perchè non avete ancora fatto sesso, e quindi è un baluardo da abbattere; poi, perchè continuando a dare alle donne quello che dà – se ci pensi bene, un bel niente – deve tenersi in piedi sempre tanti giochi diversi, perchè ad alcune improvvisamente si risveglia l’autostima e lo sfanculano; oppure, si sentono in colpa, o si sentono male, e per un po’ staccano. Come hai fatto tu, ad esempio. E loro invece hanno bisogno, bisogno, bisogno. Occhio: sono bravi a far credere che il bisogno ce l’hai tu e giocano sulla tua debolezza. Non è che sono crudeli: è che proprio non glie ne frega un cazzo degli altri, minimizzano, si dicono: tanto, se ci sta sa a cosa va incontro. Ce ne sono maschi e femmine, ovvio. Ciao Velia, prego, in bocca al lupo, e mi raccomando: la vocina che ti dice “ma non mi merito di meglio?”

  14. gabry ha detto:

    … E dopo aver letto quanto scritto da te e Velia, mi chiedo: ma questi che giocano coi sentimenti altrui, NON SI INNAMORANO MAI SUL SERIO?
    Mi viene in mente La Locandiera di Goldoni, e vorrei tanto giocare al “contrappasso” con questi “gentiluomini”, non tanto per sete di vendetta, ma per fargli patire quel che fanno patire agli altri col loro comportamento… spiazzante è dire poco, crudele è invece la definizione giusta se ci si mette nei panni di chi subisce (e non si capacita…).

    (Caro Carlo, una persona innamorata di te te lo dimostra più coi fatti che a parole, e ho la fortuna di dividerci un bel po’ di vita; però la Velia mi ha “scolvolta”, e leggendola e calandomi nei suoi panni, riesco a capirla e ci sto male per lei: “storie” così purtroppo ne conosco da vicino, e ti fanno stare troppo male. Velia: coraggio! Forse il segreto sta nel non permettere a nessuno di fagocitare la nostra autostima! … fosse facile… :))

  15. VELIA ha detto:

    Grazie Carlo e Grazie Gabry ! Si Gabry… la mia autostima per fortuna è bella salda, altrimenti ho pensato mille volte che un comportamento del genere mi avrebbe annientata… (e cmq ci sto e ci sono stata malissimo… )! non so se queste persone si innamorino.. a me lo ha anche detto un gg. TI AMO e poi mi ha confessato che lui non si innamora di nessuno..e quindi manco di me… e che a me è affezionato, ma dice talmente tante cavolate che non riesco a scindere più le bugie dalle verità… forse sono solo tutte BUGIE. ! è questo il loro crudo modo di fare, ti spiazzano , ti levano le certezze che ti avevano dato il gg. prima…un gg. ti trattano bene e un gg. manco ti rispondono (un gg.. magari… un mese !!! ahaah) e ti mandano in confusione…forse sperano di toglierti davvero la terra da sotto i piedi… boh…Credo che siano persone veramente superficiali e che in realtà non amano nessuno a partire da se stessi… e non si rendono nemmeno conto, sul serio, del male e dei danni che provocano agli altri. allora uno pensa che avranno avuto qualche problema da piccoli (sul serio dico !) e che vanno aiutate, ma se aiuti loro ti annienti e ti rovini tu. per un niente… Grazie ad entrambi buona giornata ! IO MERITO DI MEGLIO IO MERITO DI MEGLIO IO MERITO DI MEGLIO … AHAHAH 🙂

  16. carlovanni ha detto:

    Gabry: ma è poi così importante sapere se si innamorano oppure no? Voglio dire: manipolano, sfruttano, usano, rubano tempo, sentimenti ed energia, ce n’è già più che a sufficienza per mandarli a fare in culo 😀 e, sì, i fatti sono l’unico metro disponibile.

    • gabry ha detto:

      Carlo: (e con questo voglio precisare che non ti ho scambiato per Donna Letizia, ma anzi – e credo valga anche per Velia – il punto di vista maschile in questi casi può rivelarsi molto utile) Forse sì, un po’ importante lo è sapere se si innamorano oppure no (al netto delle bugìe :)), anche solo per vederli “distrutti” come lo siamo state noi (ebbene lo ammetto, qualche strascico di insana dipendenza affettiva ce l’ho anch’io, ancora, sigh!), e alla fin fine mi rendo conto che il motivo per cui vorrei saperli così è che non ammetto/ammettiamo di aver sprecato tempo prezioso della nostra vita ad aspettarli come… pergraziaricevuta!!! 🙂
      Di qui il mio sogno di vederli finalmente, almeno per un po’… disarmati, e consapevoli (parolona!) di quel che hanno perso. Cotti, stracotti, e mollati! (Utopia allo stato puro. :))
      Ciao

  17. carlovanni ha detto:

    Velia: se non funziona quel mantra lì, prova con l’inverso, l’intenzione paradossa. “Beh certo, non mi merito altro, d’altronde sono così una inutile deficiente che…” se ti si aggrovigliano le budella a dirti queste cose, stai guarendo 😀

  18. VELIA ha detto:

    Si si funziona e come il tuo consiglio !! e invece dire a me stessa che sono una inutile deficente ecc. non solo mi fa aggrovigliare le budella, ma mi fa fare anche il giro della testa tipo Regan dell’esorcista !! 🙂

  19. carlovanni ha detto:

    @gabry: temo resterà un sogno 🙂 e imborsiamo dolore e delusione come il prezzo di un corso di formazione caro ma molto efficace! che poi, a parte il tempo, c’è una cosa molto più dolorosa che ti tolgono; la fiducia. e per le prossime volte, la tua prova sarà metterci del tutto anche una cosa che non hai più.

  20. carlovanni ha detto:

    @Velia: bene, vuol dire che sei ancora a un punto dal quale si vede la costa 😀

  21. SIMONA ha detto:

    CHE SONO IN BUONA COMPAGNIA NON MI CONSOLA MICA !!!
    ANCHE IO MI RIPETO IN CONTINUAZIONE CHE MERITO DI PIU’, CHE SONO MEGLIO DI QUELLO CHE FACCIO MA POI MI RITROVO ANCORA UNA VOLTA A RIVIVERE LA STESSA IDENTICA SITUAZIONE CHE PERALTRO AVEVO PREVISTO, PROGRAMMATO E ANCHE PREPARATO L’ALTERNATIVA.
    SONO ANNI CHE CONTINUA A DARMI APPUNTAMENTI CHE PER UN MOTIVO O PER L’ALTRO NON VANNO MAI IN PORTO SEMPRE CON MILLE SCUSE. QUANDO LO CHIAMI, NON TI RISPONDE, E LA SECONDA VOLTA ATTACCA IL TELEFONO.
    PRIMA PASSAVO LE SERATE DAVANTI LA TELEVISIONE A SPERARE IN UNA CHIAMATA ADESSO MI ORGANIZZO E ESCO TANTO LA FINE LA CONOSCO GIA’
    NON LO CHIAMO PER MESI, NON LO CERCO E POI E’ SEMPRE LUI A FARSI VIVO, VIENE IN NEGOZIO A FARE ACQUISTI.
    HA LA FACCIA DA CANE BASTONATO E A QUELLO SGUARDO NON RIESCO A ESSERE RIGIDA E FERMA, DI COLPO MI PASSA TUTTO, POI COI GIORNI, UNA TELEFONATA, UNA BATTUTA E RICOMINCIO AD ACCETTARE APPUNTAMENTI INEVASI COME QUESTA SERA.
    LA SUA SCUSA E’ CHE SOFFRE A DOVERMI DIRE CHE HA UN IMPEDIMENTO E PREFERISCE NON RISPONDERE, CHE SI DEPRIME CHE OGNI VOLTA GLI CAPITI QUALCOSA E ALLORA PREFERISCE NON RISPONDERE COSI’ IO LO LASCIO PERDERE PERCHE’ IO MERITO DI MEGLIO E BLA BLA BLA…E IO IN FONDO CI CREDO PURE !!!!
    STASERA VADO A CINEMA CON UNA AMICA E SPERO CHE STAVOLTA RIUSCIRO’ A ESSERE FERMA SULLE MIE DECISIONI PERCHE’ SI RIFARA’ VIVO PRIMA O POI…. LO SO …..

    QUANDO TOCCHERO’ IL FONDO PER RISALIRE FINALMENTE? NON SONO NEMMENO UNA CRETINA…
    MAHHHHH

    • carlovanni ha detto:

      Ok, due domande: com’è andata al cinema? E, non credi VERAMENTE di meritare qualcosa in più di questo che, evidentemente, è uno sfigato che si fa vivo solo quando non batte chiodo altrove? Soffre a doverti dire che ha un impedimento, e allora non si fa vivo? Ecco, io non sono per la tortura a prescindere, però ci sono casi in cui la ripristinerei volentieri; questo, per esempio.

      • VELIA ha detto:

        ciao Simona credo che sbatterci la testa serve sempre…cioè sarebbe meglio non farlo ma in questi casi è inevitabile che venga fatto. purtroppo è un percorso molto lento ma ti giuro, se ce l’ho fatta io ce la possono fare tutti… nel senso che dopo quello che vi ho sintetizzato nei post di sopra, ovviamente lui si è rifatto vivo… io non lo chiamavo, mi chiamava spesso lui (con mio immenso stupore)…ci siamo incontrati un paio di volte a distanza di un mesetto. una volta è passato lui a pranzo durante orario di pausa lavoro, e un pomeriggio giusto un’oretta , sempre lui ha raggiunto me, abbiamo chiacchierato del più e del meno… Alle prime mie telefonate, molto sporadiche, rispondeva e chiamava sempre più lui, dicendo che SI DOVEVA FARE PERDONARE… poi per due sole volte che non ha risposto (una non ha risposto e una aveva da fare dicendo che mi avrebbe richiamata lui, ma non lo ha fatto io ho detto BASTA. Senza troppe forzature. mi è venuto spontaneo.mi sembra che è come se lui volesse vedere ogni volta se io ci sono ancora No basta.. Tutte le mattine e tutte le sere era (e ancora un pò lo è) il mio chiodo fisso prima di andare a dormire e appena sveglia. praticamente un incubo. dopo questo suo ennesimo atteggiamento, ho smesso di scusarlo . è una merdaccia. punto. e ora riesco a vedere la situazione quasi ‘dal di fuori’ . sono finalmente lucida. e hanno ragione Vanni e Marco … forse noi abbiamo problemi irrisolti, queste persone hanno la meglio su di noi perchè sono , o si mostrano, più forti. Comunque ora sono felice, perchè grazie a questa persona, sono diventata più forte anche verso esseri simili. sono sempre stata forte, ma con lui non ci riuscivo. per me non chiamarlo e non stare male nel non farlo, è una GRANDE VITTORIA. ho iniziato un percorso diciamo quasi ‘spirituale…’ DA sola, letture niente di che…. ci sono anime buone e anime ‘cattive’ . lui sicuramente è un’anima cattiva. non voglio iniziare discorsi trascendentali e mistici, sono sicuramente una persona equilibrata., tranquilli 🙂 ma davvero dopo esperienze del genere che ti devastano, si comincia a cercare risposte a tante situazioni inspiegabili . veramente mi sento libera (non del tutto) perchè non so come reagirei,se ora dopo un mese circa, che non lo sento, mi chiamasse… ma per la prima volta, penso davvero che non risponderei, oppure risponderei ma con l’atteggiamento di chi vuole vedere cosa ha da dirmi, ma senza crederci. senza farmi prendere di nuovo per scema, o per suo ‘cibo energetico.’ basta. spero che l’incub o sia finito.

      • carlovanni ha detto:

        Ma la rogna è che tutti abbiamo problemi irrisolti, e che questi sciacalli si attaccano proprio lì dove fa più male. Pensa cosa sarebbe successo se non avesse mancato quella telefonata, e/o se ricominciasse ora con un bombardamento. Spero che tutti e tutte riusciate a trovare un equilibrio in cui questi giochini non vi facciano più né caldo, né freddo. Io sono stato, per così dire, fortunato: nel senso che la delusione è stata così grande da generare una incazzatura salvifica.

    • Marco ha detto:

      L’unica cosa realmente valutabile da quello che hai scritto è che tu dai l’impressione di essere una ragazza estremamente debole e vulnerabile. Io ho conosciuto DONNE che mi hanno fatto sudare quattro camice e che mi RADIOGRAFANO alla ricerca del minimo segno di debolezza o pericolo di aver trovato qualche poco di buono o peggio una persona non sicura di se. Dai l’impressione di essere una ragazza così debole e pericolosamente attaccabile, che anche un invertebrato come quello che descrivi ha la meglio su di te. Quello che dico dovrebbe seriamente portarti a riflettere su questo aspetto: il tuo non è amore, ma un semplice sottostare a chi evidentemente ha un potere contrattuale nettamente più forte del tuo. Tu, se fossi caratterialmente stabile, e soprattutto DONNA, non potresti essere né biologicamente né psicologicamente attratta da un individuo simile. Lo sei unicamente per il fatto che colui che ti tortura PREVALE PSICOLOGICAMENTE su di te… ma non perché lui sia un grande, ma perché tu sei molto debole ed evidentemente hai necessità di essere ascoltata. Adesso la soluzione a questo problema è grosso modo duplice: 1) cerchi di renderti disponibile a chiacchierare con qualche altro ragazzo (evitando cortesemente di raccontargli la tua storia con la tua attuale fiamma) per valutare se a poco a poco riesci magari a sentirti attratta da qualcuno che MERITA di stare con te 2) cerchi di frequentare in maniera assidua le tue amiche. Tra amiche (amiche vere) avrete la possibilità di confrontarvi sul vostro stesso campo da gioco parlando sulla stessa frequenza d’onda. Il tutto per cercare a poco a poco di distaccarti non fisicamente (questo è il meno) ma psicologicamente da chi continua a farti soffrire. In parole povere, cerca di trovare in te stessa i motivi per cui soffri, perché la persona che dici che ti fa soffrire, potrebbe essere a tua insaputa un semplice attore di un circolo vizioso in cui la protagonista del tuo “dolore” sei proprio tu.

  22. GABRIELLA ha detto:

    Vabbè, ora non ho tempo di rileggermi tutto ciò che sta scritto sopra dall’inizio, però… credo siano anche comportamenti tipici (prevalentemente maschili) dichi vuol nascondere che è sposato o convivente, e si assicura così impunemente un “equilibrio” in due staffe…. Chissà? Faccio troppo l’avvocato del diavolo? buona giornata a tutti voi!

  23. gabry ha detto:

    ehm… scusate, la rettifica valeva per il mio nome, non per il commento…
    Avevo scritto che tutto quanto scritto sopra mi faceva pensare al comportamento tipico di chi (soprattutto maschi) è sposato o convivente e si diverte impunemente a tenersi in “equilibrio” in 2 staffe… Sarà??

    • carlovanni ha detto:

      Qui gli avvocati del diavolo sono a casa loro 🙂 ma, sul prevalentemente maschili credo dipenda dal punto di vista; io li ho visti prevalentemente femminili, credo sia una manipolazione feroce ed istintiva senza segno.

  24. Vincenzo Buccella ha detto:

    Questo articolo è scritto talmente coi piedi che non si capisce quasi un cazzo.

    • carlovanni ha detto:

      Grazie della sua critica! Purtroppo, devo resistere al desiderio di riscrivere completamente il tutto per due fondamentali motivi: essendo mio il blog tendo prepotentemente a scrivere come mi pare, senza curarmi dei desideri altrui; in più, lei é l’unico in mezzo a 35.000 lettori che ha avuto problemi di comprensione con questo testo. Non voglio arrivare a dire che il problema sia suo, ci mancherebbe; ma é evidente che così com’è é perfettamente commisurato alle esigenze di tutti gli altri, quindi é dolorosamente necessario fare un po’ di triage perdendo, purtroppo, il suo fondamentale, delicato contributo. Grazie.

  25. Letixia ha detto:

    Dove cazzo sta il problema? Se una persona non risponde e non ti cerca, è perché le hai triturato i coglioni. E dovrebbe anche dirtelo? Forza, crescere, bimbi.

    • carlovanni ha detto:

      Grazie del contributo. In realtà in buona parte dei casi si tratta di gente che ti ha cercato lei per prima e ci gode a manipolarti. Una risposta, anche solo “smetti di rompere le palle” è dovuta anche a un cane. Non darla qualifica chi la omette.

  26. Franco ha detto:

    Nn condivido.Se una persona nn ti risponde non e’ che e’ perche’ e’ cattiva ma perche’ non le piaci.Se non mi piaci come persona,dove sta scritto che devo essere condizionato dall’educazione?dalle buone maniere?Significa essere falsi con sé stessi.Ora se la persona non riesce ad accettare che puo’ non essere percepito piacevole e questo capita a tutti compreso me medesimo,e’ un problema della persona che si ostina a ragionare ossessivamente:Sono stato gentile,disponibile,a modo..come mai fa cosi’?Fa cosi’ perche’ non sei Te stesso,sei una palla di persona,una specie di specchio di condizionamenti sociali,familiari e culturali.Senza la liberta’ delle emozioni,resta solo una pesantezza cognitiva imbarazzante e si viene evitati a meno che non trovi un altro ossessivo come Te che e’ dipendente da buone maniere,luoghi comuni,ruoli,generalizzazioni.Spazio per la liberta’ emozionale zero!Queste persone sono facilmente irritabili perche’ non sanno percepire gli stati emozionali ma pensano in continuazione.

    • carlovanni ha detto:

      Franco, credo ti sia sfuggita almeno la metà dell’articolo. Tipo le parti in cui si descrive l’azione “All’ora convenuta Tizio telefona e Caio non risponde”. A parte che l’educazione non è mai una opzione, ma uno obbligo (se non la si pensa così si può serenamente evitare di interagire con gli altri. Tipo, con me di sicuro). Poi se dici “sì, sentiamoci” e poi eviti il contatto ALLORA sei falso, sia con te stesso, sia con gli altri. Non è questione di fare filosofia e sprecarsi in paroloni: è proprio che hai a che fare con un deficiente, o con un inabile alla società, o con un manipolatore.

  27. elissa ha detto:

    Be a me succede lui sta in egitto e io sto qui a italia.lui non ti fa quasi mai uno squillo sono io che dopo 3 giorni lo chiamo uno non risponde,poi risponde e ti dice ci sentiamo domani voglio dormire,e io ero arrabbiata e ho scritto vche 8mesi fa sei stato unico a farmi conoscere la tua famiglia e che sei una persona seria ma so che non vieni a italia e no ci vedremo mai.devo accettare che sei occupato e sposato.io pensavo che i soldi che ti inviasse erano venire qua..sei vuoi finire?eh lui piu non essere elegante mi a fatto una scena.non mi lasciava neanche spiegare e tirava giu.gia da un bel po che mi metteva sempre occupati,e poi non risponde,e poi ti blocca senza sapere perche?e questi 2giorni un giorno ah no rispondere poi ti mette occupato e poi ti blocca e poi adesso ti risponde e poi ti riattacca unica cosa che a detto io arrabbiato..ma I fatto che con quella donna non ci abita a insieme .bo bo

  28. elissa ha detto:

    Invece lui sta in egitto se no lo chiamo io lui non si fa sentire ne uno squillo..ma c”e giorni si e giorni no.c”e giorni che i telefono suona a vuoto o ti mette occupato o ti blocca..adesso fa cosi da 2 giorni ti risponde parla veloce e poi riattacca in faccia e poi ti mette occupato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

agosto: 2011
L M M G V S D
« Lug   Set »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Io.

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: