92. Impestarsi con la New Age. Manuale per farsi lasciare

Lascia un commento

giugno 26, 2011 di carlovanni

Manuale per farsi lasciare da un uomo

92. Impestarsi con la New Age. Manuale per farsi lasciare

 Abbiamo già parlato di quanto può essere efficace per i vostri scopi unirvi ad un culto; immaginate adesso le potenzialità di una accozzaglia di idee spesso campate per aria quale è l’intero universo della New Age!

Che poi, questa Nuova Era, non si sa nemmeno bene quando è cominciata, o se deve cominciare:

perché per alcuni ha avuto il calcio d’avvio negli anni ’60 del secolo scorso, per altri dovremo aspettare fino al 2012;

per altri ancora, ci vuole pazienza, per arrivare fino al 2140, 2150, o 3573, e così via.

Già da questo capite con che tipo di organizzazione mentale abbiamo a che fare.

Diciamoci le cose come stanno:

di tutte le miriadi di pratiche fighissime che la compongono, se tutte hanno una parvenza di credibilità, per trovare un fondamento scientifico si screma, si screma, e magari sei o sette rimangono in piedi.

Ma è così divertente, vedere con quante diverse cose possiamo giocare! Dall’oggi al domani potrete improvvisarvi esperte di pranoterapia, scienziate dell’arte del respiro, vi potete buttare sulla Cabala, sulla numerologia o sulla lettura dei fondi del caffè o del dorso delle foglie, e se vi spingeste a dichiarare che siete la reincarnazione di una famosa strega del settecento – stavolta buona e saggia, però, soltanto sui due ultimi aggettivi qualcuno avrebbe il fegato di trovar qualcosa da ridire.

I modi per fare uscire di testa il vostro indesiderato compagno sono innumerevoli.

Intanto, l’atteggiamento generale deve essere di totale e prona fiducia nelle tecniche che praticate, l’efficacia delle quali difenderete a spada tratta, anche e soprattutto in barba a qualunque evidenza contraria.

Poi, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Potete rifiutarvi di fare sesso perché non sono i giorni astrologicamente corretti.

Potete portarvi a letto un macigno di quarantacinque chilogrammi da sistemarvi in mezzo alle cosce, dichiarando che il vostro geode assorbirà tutto il magnetismo negativo;

sbattere nel lavello la cena che lui ha faticosamente cucinato, perché ha abbinato umori e colori del tutto errati, lo provano esperimenti condotti sui cavalli da scienziati del KGB, o impedirgli di entrare in casa fintanto che indossa qualcosa di pelle conciata, i cui vecchi proprietari urlano vendetta al cielo.

Potete restare in ascolto cercando di sentire la traccia psichica della sofferenza della costata che avete nel piatto, e scoppiare a piangere, e abbracciare la lattuga.

Potete scendere all’improvviso in una rotonda mollando lì l’auto ad intralciare il traffico, per abbracciare un platano che vi aveva chiamato, non volendo abbracciarlo ai 160 all’ora come fanno tutti, farvi leggere le carte, stringere pezzi di cristallo di rocca sotto le ascelle non depilate, nascondere bamboline piene di peli pubici e spilli nel cassetto dei trucchi, spendere 500 Euro per farvi guarire il cancro con l’imposizione delle mani, fare cerchi nel grano e poi chiedervi chi li avrà fatti, fare sesso di gruppo la notte di San Giovanni, credere  che il lattaio sia un alieno e farvelo per amor di buone relazioni interstellari.

Potete credere nella fine del mondo sancita da profezie di popoli che non previdero la loro nemmeno avendola davanti agli occhi, pensare che le donne si riprodurranno per scissione come le planarie, vivere esperienze extracorporee durante una seduta colitica (utilissimo), credere nei poteri sciamanici degli antichi egizi, degli antichi americani e degli antichi sardi; potete buttare dal balcone tutti i mobili di casa perché distorcono vostro Feng Shui, praticare T’ai Ch’i, Pa Kwa, Yoga, Reiki, Mah Jongg e bere la vostra urina come certe presentatrici televisive già dichiarano di fare; e tutto questo, con una luce di predestinazione negli occhi che a lui, povero, semplice, gretto e pragmatico impiegato, farà pensare che la cosa potrà solo peggiorare.

E quando lui se ne andrà, sarete finalmente libere di passare i vostri sabati sera in casa, in compagnia di 300 candele Wicca e uno scialle di cotone naturale.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

giugno: 2011
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Io.

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: