65. Ignorarlo. Manuale per farsi lasciare

Lascia un commento

maggio 26, 2011 di carlovanni

Manuale per farsi lasciare da un uomo.

65. Ignorarlo. Manuale per farsi lasciare

Da bambini, siamo convinti di essere il centro dell’Universo;

tant’è vero che quando andiamo a dormire, non ci sembra vero che gli altri possano nonostante questo continuare ad esistere e farsi gli affari loro come se nulla fosse.

Mano a mano che ci facciamo grandi, l’esperienza ci insegna che non è così;

fino ad arrivare talvolta a pensare, talmente non ci si fila nessuno nemmeno di striscio, che forse addirittura è vero il contrario.

Il che va bene se siete uno scrittore di fantascienza pieno fino alle orecchie di allucinogeni, meno bene se siete magari un quarantenne in fase di ricerca della propria identità.

Ci mettiamo magari trent’anni, per trovare qualcuno che sembra che ci ascolti, una donna con la quale non ci sembra indispensabile parlare a macchinetta, nel timore di venire interrotti se facciamo una pausa;

una donna che ci faccia sentire importanti, tridimensionali, dotati di un senso; c

he se non ci vede tornare a casa si preoccupa, che ci telefona per sapere come stiamo, e che si interessa ai nostri gusti prima di cambiare la carta da parati alle pareti.

E qui, bum!

Intervenite voi, con un colpo da maestro di una tale forza dirompente da non lasciare spazio per la mediazione, e che lo rimanderà ruzzoloni nel Paese di Singlelandia in men che non si dica.

E forse, senza ritorno.

Quello che vi proponiamo è assieme semplice, e crudelissimo:

non dovete fare altro che fingere che non sia una persona pure lui, e trattarlo alla stregua di un curioso pezzo d’arredo che avete portato a casa in un momento di debolezza, e che ogni volta che entra nel vostro campo visivo vi chiedete:

ah, giusto.

Ma cos’è?

Ovvero;

né più né meno di quello che tutto il mondo là fuori già pensa di lui.

Mi raccomando, non vi fate venire crisi di coscienza proprio adesso:

in fondo, è nell’ottica naturale delle cose, e in capo a qualche anno vi sareste trattati così reciprocamente.

Non vi si chiede altro che di dare una mano alla Natura, che a volte è un po’ pigra.

Circa il come operare:

per piccoli passi.

Ad esempio, un segnale che lui non mancherà certo di cogliere potrebbe essere cambiare canale alla televisione senza chiedergli permesso, mentre lui si è assentato un istante;

o abbassare il volume, perché vi dà fastidio.

Cucinare un bel roastbeef, quando sapete che da dieci anni è vegetariano.

Parlare di lui con un’amica come se non ci fosse.

Dimenticarsi di comprargli un libro, mentre voi avete fatto incetta approfittando dello sconto -30%,

dimenticarsi la data del suo compleanno,

dimenticarsi di andarlo a prendere alla stazione.

Accogliere con occhio vitreo la notizia che è stato promosso,

o che ha vinto al Fantacalcio,

o che il suo libro è stato accettato da un editore, finalmente!!!

E voi: ah, sì?

Ah, devo ricordarmi di chiamare il tecnico, la caldaia fa uno strano rumore.

Sbragatevi sul divano, senza lasciargli il posto.

Parcheggiate l’auto davanti alla sua bici, così che non possa prenderla.

Usate tutta l’acqua calda per fare la doccia.

Se torna a casa alla 1, alle 3, alle 5, voi non chiedetegli dove è stato;

ma non tenendo il muso, e senza ostentare disinteresse.

Il trucco consiste proprio nel manifestare una completa indifferenza al fatto che lui esista, come se fosse trasparente.

Non dovete litigare, o commettere sgarberie o dispetti a bella posta:

sarebbe già un segno di riconoscimento.

No:

serene, silenziose, pazienti.

Per la già scarsissima sicurezza in se stesso che lui avrà conquistato nel corso della sua intera vita, questo sarà un colpo assolutamente devastante.

Se poi volete proprio raggiungere la perfezione assoluta,

quando lui vi passerà davanti con le valige in mano, senza nemmeno alzare lo sguardo dallo unghie dei piedi che vi starete smaltando, potrete dire:

già che esci, potresti buttare il pattume?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

maggio: 2011
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Io.

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: