Leggere manuali di auto sostegno sentimentale. Manuale per farsi lasciare

Lascia un commento

maggio 3, 2011 di carlovanni

Manuale per farsi lasciare da un uomo.

42. Leggere manuali di auto sostegno sentimentale. 

Ormai avrete capito che le armi di cui disporre sono infinite, e tutto attorno a voi;

sarebbe sciocco, oltre che poco strategico, cercare di fare tutto da sole, quando avete innumerevoli strumenti al vostro servizio, la cui efficacia è già stata testata da milioni di soggetti.

Il trucco consiste nel leggere la realtà con uno sguardo nuovo e creativo;

allora, tutto assumerà un significato nuovo, e la via per la liberazione vi sarà rivelata!

Prendiamo ad esempio i manuali di autosostegno sentimentale, studiati per far funzionare meglio la coppia.

Avete mai conosciuto qualcuno che, avendoli letti, sia stato in grado di risolvere i propri problemi?

Io, sinceramente, no.

Anzi;

sono libri che, se scritti da persone felicemente sposate, o sono al quarto matrimonio, o di lì a poco subiranno un tracollo di coppia.

E per quanto riguarda i lettori, difficilmente si tratterà di persone che stanno passando un periodo di grandissima, totale, ineliminabile fiducia nei rapporti di coppia;

più facile che siano tizi che hanno inanellato una o più delusioni cocentissime e vogliono capire come ciò sia potuto accadere, o che cominciano a vedere l’acqua che sale sul fondo della barca, e vorrebbero sapere se sia possibile condurla in porto.

Guardiamo in faccia la realtà:

se fossero in grado di mantenere quanto promettono, perché nove coppie su dieci finirebbero in frantumi?

Vi propongo quindi di usarli per raggiungere il vostro, di risultato.

Pensate a questo scenario: lui, povero pitecantropo, pensa veramente che la vostra sia la migliore delle vite possibili, con lui che sostanzialmente fa quel che diavolo gli pare e voi che lo aspettate amorevolmente rammendandogli i calzini.

E voi cominciate a presentarvi con robe che dicono che lui arriva da Marte, e voi, da Venere.

Con donne che corrono coi lupi e che amano troppo,

e che devono imparare a dire di no,

e che cercano di capire i divorziati,

o che cercano di spazzare sotto al tappeto i frantumi del matrimonio precedente,

o studiano i modi per rimettersi in pista dopo un naufragio.

Lui, curioso, apre le pagine:

trova sottolineati in rosso i passaggi più critici, orecchie dappertutto a tenere il segno, tutti i test compilati, con risultati che, ovviamente, avrete avuto cura di far figurare i più disastrosi possibile.

Impossibile che, prima o poi, non si insinui nel suo cervello rettiliano un certo non so che di insicurezza strisciante.

Potrebbe persino arrivare a chiedervi se tutto va bene;

al che voi, stupite, naturalmente risponderete che, sì, certo, cosa gli fa pensare che ci sia qualche problema?

Ah, i libri?

Ve li avrà prestati Tizia, o Caia, donne con alle spalle esperienze simili alla vostra, che poi sono finite in sanguinosi divorzi con fughe in Venezuela per non pagare gli alimenti, o in uxoricidi dei quali ancora i giornali stanno parlando, dopo anni dal fattaccio.

Capite bene:

voi mentirete sapendo di mentire, e negherete l’evidenza con tale sfacciataggine che lui sarà certo che mentiate.

Dopo un poco, comincerà a leggere anche lui le cose che trova disseminate per casa

(se li legge in bagno, è fatta: noi in quel momento poniamo la massima attenzione per i testi scritti),

e a cercare anche lui di seguire quanto esaurientemente spiegato in esse.

A questo punto, è quasi fatta.

Come per gli ipocondriaci, comincerà a sviluppare tutte le sindromi delle quali verrà a conoscenza, fino a rendersi conto che il vostro rapporto ha tutti e due i piedi nella fossa, e anche un braccino, per giunta.

Fino al giorno in cui si metterà di fronte a voi e, dopo un sospiro, dichiarerà la presa di coscienza ineluttabile:

“Mi dispiace, cara, ma siamo troppo diversi. Io sono un uomo, e tu una donna: non potrebbe mai funzionare”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

maggio: 2011
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Io.

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: