Cadere in preda alla Sindrome di Cenerentola. Manuale per farsi lasciare

2

aprile 14, 2011 di carlovanni

Manuale per farsi lasciare da un uomo.

23. Cadere in preda alla Sindrome di Cenerentola.

C’è stato un tempo in cui lui vi trovava simpatica, divertente, piena di vita.

Poi vi siete messi insieme.

E un po’ il fatto che se non lo fate voi non lo fa nessuno (lui, no di certo),

un po’ che lo spirito da serva di vostra madre vi ha possedute,

adesso tendete a trasformarvi in una funzione della casa:

una sorta di animaletto parassita che vive per fare le faccende, mentre l’appartamento fornisce in cambio calore e riparo.

E lui si chiede, sempre più spesso, che fine ha fatto quella donna della quale si era innamorato e che era l’antidoto alla sua fondamentale piattezza,

e quando è stato il momento in cui è stata scambiata con un accessorio articolato dell’aspirapolvere.

Ma guardatevi.

Fazzoletto in testa.

Guanti di gomma.

Straccio umido.

Gli specchi si incrinano al vostro passaggio.

Fate a dir poco pena, quando non rabbia.

E basterà semplicemente assecondare un pochetto questa vostra discreta nevrosi per mettere a durissima prova la tenuta della vostra coppia.

Gli accessori, sono importanti: questi sono in grado di fornire un’ottima impressione di maniacalità.

Ogni superficie vuole il suo specifico detergente; non sia mai che comprate qualcosa di multiuso, per carità!

Poi, ad ogni detergente il suo specifico straccetto, opportunamente piegato con meticolosa grazia, più o meno come un parà rifarebbe il cubo del letto.

Fate confronti, acquistate, provate, disquisite sulle diverse virtù dei differenti prodotti con grande preparazione, se davanti agli amici di lui, meglio se accompagnati da rispettive donne, è meglio;

queste appena fuori vista commenteranno, “oh, poveretta!!!”, e poi si precipiteranno a verificare se quanto avete appena detto è vero.

 

 

 

 

 

 

 

Le tempistiche sono importantissime.

Dovete sbrinare il frigo?

Non di domenica mattina.

Il momento giusto è il martedì sera, quando lui ha fretta perché deve uscire con gli amici del biliardo;

per cena, non c’è niente di pronto, la cucina è ingombra di secchi e pezzi di ghiaccio in scioglimento e buste di surgelati in dissurgelamento sono sparsi ovunque, fin sul divano.

Il cinema comincia alle 22.30?

Alle 22.15 siete lì che date l’anticalcare nel water, perché è molto importante.

E se l’intervallo fosse solo un poco più lungo, tornereste a casa tra il primo e il secondo tempo del film per tirare l’acqua.

In generale, questa è una delle fissazioni più diffuse ed assieme maggiormente in grado di rendere qualsiasi vita invivibile.

Lui vivrebbe comodamente annidato in mezzo alla polvere come un gigantesco acaro, non capirà mai questa vostra dedizione alla causa del pulito.

Specie se manifestamente ossessiva.

La qualità della vita, così facendo, può degenerare rapidamente.

Lui vuole fare la doccia?

Ma come: l’avete appena pulita, non ha proprio rispetto per il vostro lavoro!!!

Tornate a casa stanche, e lui vi ha cucinato le crépes e ha anche lavato i piatti?

Le orribile tracce di unto sul fornello e le goccioline nel lavello, che mioddio, quanto calcare possono lasciare, saranno giudicate alla stregua di uno stupro infantile.

Non potrà reggere a lungo, fidatevi.

Dopo, avrete molto più tempo per dedicarvi alla pulizia maniacale della casa, senza intoppi.

Eh, sì, perché c’è questo spiacevole effetto collaterale:

si tende a impazzire.

 

2 thoughts on “Cadere in preda alla Sindrome di Cenerentola. Manuale per farsi lasciare

  1. mariaclaudiaverdini ha detto:

    ahahahahaha…descrizione xfetta!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

aprile: 2011
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Io.

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: