Cercare di ucciderlo lentamente. Manuale per farsi lasciare.

2

aprile 10, 2011 di carlovanni

Manuale per farsi lasciare da un uomo.

19. Cercare di ucciderlo lentamente

Velocemente, son capaci tutti:

una veloce macchinata,

un colpo in testa col cosciotto d’agnello surgelato, che poi servirete a sua madre con le patate,

una coltellata con la Miracle Blade della quale va tanto fiero, a vedere se oltre alle lattine riesce a tagliare anche quel cuoraccio di legno che si ritrova,

i metodi, sono tanti.

Ma il vostro obbiettivo non è finire in galera;

certo, ve ne liberereste in maniera drastica, ma non sareste in grado di godere i frutti della ritrovata libertà.

E in più, vi ritrovereste coi sensi di colpa.

No, no; bisogna farlo da furbe.

L’ideale è un metodo subdolo e lento, del quale alla fine – o meglio, quasi alla fine – possa accorgersi, appena in tempo per salvarsi la vita.

A me vengono in mente quelle esecuzioni lente dei telefilm carcerari:

che so, l’insetticida nella minestra,

la pillola sbagliata se è diabetico,

il vetro tritato nello spezzatino,

o la valigia di polonio sotto al letto (questa è certo più esotica).

 

 

Normalmente, se cerchi di ammazzare uno,

questo non la prende proprio bene bene.

Non mi sembra il caso di precisare che queste attività costituiscono reato, e che mi sento di sconsigliarle.

Anzi: dichiaro di sconsigliarvele senza meno;

qui ne faccio nota solo per completezza di informazione, come è giusto in un qualsiasi testo scientifico che si rispetti.

Anche perché si tratta di un metodo rischioso, tra le altre cose, non solo per l’alto costo in vite umane (una estinta, l’altra carcerata), ma anche perché si fonda su di un azzardo: che lui sia così spaventato, o così schifato, così arrabbiato, che decida di allontanarsi per sempre da voi.

Senza denunciarvi; o per paura, o per delusione.

E c’è un altro grave pericolo, in agguato:

che lui interpreti la vostra mossa come un’azione incredibilmente emotiva e passionale, e si attacchi ancora di più, perdonandovi e anzi, chiedendo il vostro perdono, strisciando ai vostri piedi.

No, no, troppo rischioso.

Dimenticatevene.

Dico davvero.

 

Annunci

2 thoughts on “Cercare di ucciderlo lentamente. Manuale per farsi lasciare.

  1. Faty ha detto:

    😀

    Conosco un altro modo di uccidere lentamente …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

aprile: 2011
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Io.

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: