Parlargli quando gioca. Manuale per farsi lasciare.

Lascia un commento

aprile 9, 2011 di carlovanni

Manuale per farsi lasciare da un uomo.

18. Parlargli quando gioca

Non è affatto vero che gli uomini abbiano solo due o tre neuroni funzionanti alla volta.

Questa è una calunnia che non solo non fa onore a chi vi crede, ma è anche pericolosa, perché vi spingerà a sottovalutare l’avversario, che al contrario è dotato di una certa qual intelligenza – simile alla vostra, persino, mi spingerò ad affermare.

E’ invece verissimo che di rado è capace di concentrarsi in più di una azione alla volta, specie se si tratta di attività che comportano guerra, caccia, gioco o simulazioni di queste:

come le faine, siamo troppo specializzati per dedicare attenzione alla palla che vola verso la nostra parte del campo, o alle orde di zombie del videogioco, e alla nonna che se la fa addosso.

Osservate un maschio moderno mentre guarda una partita, o gioca con la consolle:

si dimentica di mangiare,

rischia di farsela addosso pur di non alzarsi (e se non ci sono pause pubblicitarie, il rischio concreto è altissimo),

potete far spogliare una modella davanti allo schermo e lui la scanserà in tutta fretta, perché gli blocca la visuale,

e se pensate che un essere umano senta, di tanto in tanto, la necessità di dormire, ecco: potete rivedere la vostra teoria.

Gli occhi spalancati, le dita sbiancate attorno al telecomando, o al controller, la bocca tirata in un ghigno tetanico: è evidente che in questo momento è regredito di tre o quattro anelli evolutivi.

Volete causare una reazione incontrollabile ed esagerata?

Questo è il momento.

Parlategli.

Di quello che volete, tanto, al suo orecchio, in questo momento nulla ha significato;

possibilmente, di argomenti futili quanto complicati, è finita l’acqua, ci tagliano la luce, c’è il mutuo da pagare, viene mia zia e si ferma tre settimane qui da noi.

Più è distraente, e meglio è.

Prima o poi, fatalmente, la squadra del cuore prenderà un gol, o subirà fallo, o morirà l’omino del videogioco;

fatevi tre passi indietro, e valutate con sorpresa come un timido ragioniere del catasto possa trasformarsi in una belva primordiale, convinta superstiziosamente che voi, strega!!! Abbiate affatturato con la vostra favella il nobile giuoco.

D’altronde, non è questa la sede per determinare se ciò abbia un fondamento di verità, oppure no.

Quello che conta sapere è che avete un mezzo per fare inferocire anche il più mite dei partner.

E potete ripetere questo trucco innumerevoli volte, perché lui, allo schermo, non rinuncerà.

A voi, se lo mettete alle strette, se lo costringete a scegliere, certamente sì.

Capito?

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

aprile: 2011
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Io.

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: