Manuale per farsi lasciare, cap. 3

Lascia un commento

marzo 25, 2011 di carlovanni

3. Mostrarsi sempre allegra e su di giri

Questa è l’esatto contrario della tecnica precedente e, a mio modesto parere, molto più efficace, se giocata nei modi e nei tempi giusti. Certo, è estremamente più faticosa; mentre è relativamente facile trovare dei motivi per essere depressi, il sollevamento del morale richiede muscoli da gigante quando si tratta di quello degli altri; figurarsi quando si tratta di se stessi. Eppure, non spaventatevi: in fondo, non è che dobbiate veramente essere di buonumore. Dovete solamente fingere. Anche se avete la morte nel cuore. Ma vi prometto che il risultato vi appagherà di qualsiasi sofferenza dobbiate sobbarcarvi. Il principio di base è tanto semplice quanto infallibile: non è vero che la gente ami l’allegria. Specie quella altrui. L’uomo normale potrà anche pretendere di desiderare una vita quieta e piena di allegria, ma poi, nel concreto, ama in realtà brontolare ad ogni piè sospinto, lamentarsi di ogni e qualsiasi cosa che non va perfettamente a posto nella sua piccola esistenza e soprattutto, soprattutto! Non può tollerare, in questo stato d’animo (che si presenta con un frequenza diciamo per bontà pluriquotidiana) di vivere accanto a persone spiacevolmente positive. L’unica cosa che potrebbe portargli un minimo di sollievo sarebbe l’accorgersi che le altre persone hanno esattamente le stesse rogne che ha lui, o addirittura, peggio, così può rincuorarsi. La filosofia buddhista, tra le tante frecce al suo arco, promette al praticante di poter trarre gioia dalla buona sorte dell’altro;  al contrario, noi europei, molto più cinici e rancorosi, nella nostra filosofia  abbiamo riconosciuto l’importanza della Schadenfreude, ossia il piacere provato dalla sfiga del nostro prossimo. E se alla persona che vive a contatto con te gran parte della giornata togli questa possibilità, anzi, lo fai sentire un cretino, come se tutti sapessero una barzelletta che lui non ha capito, gli rendi la vita molto molto difficile. Sareste contente, voi, di vivere perennemente a contatto con l’orribile gioia mattutina della famiglia del Mulino Bianco? Mentre voi biascicate le pastelle dell’alitosi notturna e vi trascinate verso la moka – da pulire, con un inferno domestico già da rassettare e la prospettiva di una giornata lavorativa asfissiante davanti, questi bastardi, ridono?!?!? Ecco, dovrei aver reso l’idea. Date al vostro lui tanta, tanta allegria. Sorridete, sorridete a costo di graffettarvi le guance, anche se vi sentite morire dentro. Potrete sempre prendervi delle pause in cui piangete sotto la doccia, urlare a come forsennate mentre siete al volante ed essere le solite persone sgradevoli, negative, pessimiste ed insopportabili di tutti i giorni. Si rovescia il vino? Saltate su e dite, allegria!!!, e mettetevene una goccia dietro l’orecchio. La lavatrice vomita fuori acqua lercia e detersivo fino al parquet del salotto? Ridete e mettete a navigare una paperella. Si brucia la cena e metà del banco da lavoro? Pazienza, avevate voglia di rimodernare; e poi, era tanto che volevate raggiungere il sushi-bar che ha aperto nella vostra zona! Quanto pensate che possa reggere, lui, di fronte all’attacco combinato del vostro insopportabile buonumore da adepti della marijuana e del timore inconfessabile che, se siete così felici e positive, ci dev’essere senz’altro un motivo noto solo a voi, perché di sicuro non può essere lui a farvi stare così bene? Lavorate sulle sue insicurezze, sul suo sentimento di inadeguatezza e di invidia. Alla peggio, correte il rischio che tenti di farvi ricoverare. Ma ancora l’essere allegri, sebbene non sia affatto di moda, non è considerato né una patologia, né un reato, e ve la dovreste cavare. Impunite.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Io.

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: