Entomologia e modernità

2

marzo 4, 2011 di carlovanni

Va bene gli eufemismi, va bene il comune senso del pudore, però forse per un giornalista dovrebbe anche essere importante evitare di rendersi ridicolo.

In fondo, mi pare di ricordare che ci sia un Albo apposito, no?

In qualche momento del secolo scorso, o di quello precedente ancora, ci fu qualche penna arguta che ebbe la simpatica idea di definire le prostitute “Lucciole”: brillanti, spavalde col favore delle tenebre, mentre dispiegavano le loro arti per inviare segnali di accoppiamento, il paragone calzava.

E la prima volta era simpatico e gentile.

Poi per qualche tempo è diventata locuzione comune, non c’era modo di potersi fare una scopata senza pensare agli insetti.

In seguito, per fortuna, siamo arrivati a chiamare le cose anche col loro nome, alle volte.

Salvo sbirciare, oggi, venerdì 4 marzo 2011, il titolo di una locandina:

“UCCISE LUCCIOLA. ARRESTATO.”

E vabbè, allora ditelo. Ditelo che è in atto una riscoperta delle arguzie del passato, e lasciateci un po’ di tempo per abituarci, anche. Perchè molti sotto i 40 questa perifrasi non l’hanno mai vista usare, e potrebbero dirsi, cazzo, con tutte le cimici che ho steso in solaio, a me mi giustiziano?!??!

E su, scriviamo una buona volta Prostituta, Puttana, Mignotta, cortesemente. Che anche se le verniciamo a festa ci sono lo stesso.

2 thoughts on “Entomologia e modernità

  1. Maky ha detto:

    Qua le chiamano “cicale”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Io.

Archivi

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: